Controversies in Genitourinary Tumors
Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Tumore Mammella
Melanome

Esiti a 10 anni dopo monitoraggio, chirurgia, o radioterapia per il cancro alla prostata localizzato


L'efficacia comparativa dei trattamenti per il cancro alla prostata che viene rilevato dai livelli di antigene prostatico specifico ( PSA ) rimane incerta.
Sono stati confrontati il monitoraggio attivo, la prostatectomia radicale e la radioterapia a fasci esterni per il trattamento del cancro alla prostata clinicamente localizzato.

Tra il 1999 e il 2009, in totale 82.429 uomini da 50 a 69 anni di età hanno eseguito un test per PSA; 2.664 hanno ricevuto una diagnosi di tumore alla prostata localizzato, e 1.643 hanno accettato di sottoporsi a randomizzazione al monitoraggio attivo ( 545 uomini ), chirurgia ( n=553 ), o radioterapia ( n=545 ).

L'esito primario era la mortalità da carcinoma alla prostata a un follow-up mediano di 10 anni.
Gli esiti secondari includevano il tasso di progressione della malattia, le metastasi, e la mortalità per tutte le cause.

Ci sono stati 17 decessi complessivi specifici per il tumore alla prostata: 8 nel gruppo di monitoraggio attivo ( 1.5 decessi per 1.000 anni-persona ), 5 nel gruppo chirurgico ( 0.9 per 1.000 anni-persona ) e 4 nel gruppo di radioterapia ( 0.7 per 1.000 anni-persona ); la differenza tra i gruppi non era significativa ( P=0.48 per il confronto complessivo ).

Inoltre, nessuna differenza significativa è stata osservata tra i gruppi nel numero di decessi per qualsiasi causa ( 169 morti complessivi; P=0.87 per il confronto tra i tre gruppi ).

Le metastasi si sono sviluppate in più uomini nel gruppo di monitoraggio attivo ( 33 uomini; 6.3 eventi per 1.000 anni-persona ) rispetto al gruppo chirurgico ( 13 uomini; 2.4 per 1.000 anni-persona ) o al gruppo radioterapia ( 16 uomini; 3.0 per 1.000 anni-persona ) ( P=0.004 per il confronto complessivo ).

Sono stati osservati tassi di progressione della malattia più alti nel gruppo monitoraggio attivo ( 112 uomini; 22.9 eventi per 1.000 anni-persona ), rispetto al gruppo chirurgico ( 46 uomini; 8.9 eventi per 1.000 anni-persona ) o al gruppo radioterapia ( 46 uomini; 9.0 eventi per 1.000 anni-persona ) ( P minore di 0.001 per il confronto globale ).

A una mediana di 10 anni, la mortalità specifica per tumore alla prostata è stata bassa indipendentemente dal trattamento assegnato, senza alcuna differenza significativa tra i trattamenti.
La chirurgia e la radioterapia sono state associate a una minore incidenza di progressione della malattia e di metastasi rispetto al monitoraggio attivo. ( Xagena2016 )

Hamdy FC et al, N Engl J Med 2016; 375: 1415-1424

Onco2016 Chiru2016 Uro2016


Indietro