Roche Oncologia
OncoHub
Novartis
Oncologia Morabito

Efficacia, sicurezza e biomarcatore di Ensartinib nel carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ALK-positivo, resistente a Crizotinib


Ensartinib è un potente inibitore ALK di nuova generazione con elevata attività contro un'ampia gamma di mutazioni ALK resistenti a Crizotinib e metastasi del sistema nervoso centrale ( SNC ).

Sono state valutate l'efficacia e la sicurezza di Ensartinib nei pazienti ALK-positivi con tumore al polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ), in cui la terapia con Crizotinib non ha avuto successo.
Sono state anche esaminate le associazioni tra l'efficacia di Ensartinib e le mutazioni resistenti al Crizotinib.

Uno studio di fase 2 a braccio singolo, in aperto, è stato condotto presso 27 centri in Cina. I pazienti avevano 18 anni o più, soffrivano di tumore NSCLC ALK-positivo in stadio IIIb o stadio IV che era progredito mentre erano in terapia con Crizotinib, un ECOG performance status di 2 o inferiore, malattia misurabile e avevano ricevuto meno di tre trattamenti precedenti.
I pazienti con metastasi a livello del sistema nervoso centrale sono stati inclusi se le metastasi erano asintomatiche e non richiedevano terapia steroidea.

Tutti i pazienti hanno ricevuto 225 mg di Ensartinib per via orale una volta al giorno secondo un programma di dosaggio continuo.

L'esito primario era la percentuale di pazienti con una risposta obiettiva secondo i criteri RECIST di valutazione della risposta nei tumori solidi versione 1.1, valutata in tutti i pazienti che hanno ricevuto almeno una dose di Ensartinib senza gravi violazioni dei criteri di inclusione, ovvero l'intero set di analisi.
La sicurezza è stata valutata in tutti i pazienti arruolati che hanno ricevuto almeno una dose di Ensartinib.

Tra il 2017 e il 2018, sono stati arruolati 160 pazienti che avevano avuto almeno una dose di Ensartinib ( set di analisi di sicurezza ).
4 pazienti presentavano violazioni dell'inclusione e sono stati esclusi dall'analisi di efficacia, che ha quindi incluso 156 pazienti ( set completo di analisi ).

In tutto 97 pazienti ( 62% ) nel set di analisi completo avevano metastasi cerebrali. 76 pazienti su 147 ( 52% ) nel set di analisi completo, con risposte che potevano essere valutate dal Comitato di revisione indipendente, hanno presentato una risposta obiettiva.
28 pazienti su 40 ( 70% ) con metastasi cerebrali misurabili valutate dal Comitato di revisione indipendente hanno avuto una risposta obiettiva intracranica.

145 pazienti su 160 ( 91% ) hanno manifestato almeno un evento avverso correlato al trattamento, per lo più di grado 1 o 2.

Ensartinib è attivo e ben tollerato nei pazienti con carcinoma al polmone non-a-piccole cellule ALK-positivo, refrattario a Crizotinib, compresi quelli con metastasi cerebrali.
Il ruolo di Ensartinib nei pazienti in cui altri inibitori ALK di seconda generazione non hanno avuto successo richiede ulteriori studi. ( Xagena2020 )

Yang Y et al, Lancet Respiratory Medicine 2020; 8: 45-53

Pneumo2020 Onco2020 Farma2020


Indietro