Roche Oncologia
BMS
Cortinovis SCLC 2021
Novartis

Entrectinib nel tumore al polmone non-a-piccole cellule positivo alla fusione di ROS1


Le fusioni di geni ricorrenti, come le fusioni di ROS1, sono driver oncogenici di vari tumori, incluso il tumore polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ).
Fino al 36% dei pazienti con tumore NSCLC positivo alla fusione di ROS1 presenta metastasi cerebrali alla diagnosi di malattia avanzata.

Entrectinib ( Rozlytrek ) è un inibitore ROS1 progettato per penetrare efficacemente e rimanere nel sistema nervoso centrale.

È stato esaminato l'uso di Entrectinib nei pazienti con tumore NSCLC localmente avanzato o metastatico positivo alla fusione di ROS1.

È stata effettuata un'analisi integrata di tre studi di fase 1 o 2, in corso, di Entrectinib ( ALKA-372-001, STARTRK-1 e STARTRK-2 ).
Tutti i pazienti presentavano un ECOG performance status di 0–2 ed era consentito un precedente trattamento del tumore ad eccezione degli inibitori ROS1.
Gli endpoint primari erano la percentuale di pazienti con una risposta obiettiva ( risposta completa o parziale secondo i criteri RECIST di valutazione della risposta dei tumori solidi nella versione 1.1 ) e la durata della risposta.

La popolazione valutabile per la sicurezza ha incluso tutti i pazienti con tumore NSCLC positivo alla fusione di ROS1 nei tre studi che hanno ricevuto almeno una dose di Entrectinib ( indipendentemente dalla dose o dalla durata del follow-up ).

I pazienti sono stati arruolati in ALKA-372-001 dal 2012 al 2018; in STARTRK-1 dal 2014 al 2018; e in STARTRK-2 dal 2015 ( l'arruolamento è in corso ).

Alla data di cut-off dei dati per questa analisi nel 2018, 41 pazienti su 53 ( 77% ) nella popolazione valutabile per l'efficacia hanno avuto una risposta obiettiva.
Il follow-up mediano è stato di 15.5 mesi.
La durata mediana della risposta è stata di 24.6 mesi.

Nella popolazione valutabile per la sicurezza, 79 su 134 pazienti ( 59% ) hanno manifestato eventi avversi correlati al trattamento di grado 1 o 2.
46 pazienti su 134 ( 34% ) hanno presentato eventi avversi correlati al trattamento di grado 3 o 4, i più comuni dei quali sono stati aumento di peso ( 10, 8% ) e neutropenia ( 5, 4% ).
15 pazienti ( 11% ) hanno presentato eventi avversi gravi correlati al trattamento, i più comuni dei quali erano disturbi del sistema nervoso ( 4, 3% ) e disturbi cardiaci ( 3, 2% ).

Non si sono verificati decessi correlati al trattamento.

Entrectinib è attivo con un controllo duraturo della malattia nei pazienti con tumore NSCLC positivo alla fusione di ROS1 ed è ben tollerato con un profilo di sicurezza gestibile, che rende possibile la somministrazione a lungo termine in questi pazienti.
Questi dati evidenziano la necessità di testare regolarmente le fusioni di ROS1 per ampliare le opzioni terapeutiche nei pazienti con carcinoma al polmone non-a-piccole cellule positivo alla fusione di ROS1. ( Xagena2020 )

Drilon A et al, Lancet Oncology 2020; 21: 261-270

MalRar2020 Med2020 Onco2020 Neuro2020 Farma2020


Indietro