Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore Vescica
Tumore polmone

I livelli ematici dei marcatori delle callicreine possono prevedere lo sviluppo di tumore alla prostata ad alto grado


Molti uomini con elevati livelli sierici di antigene prostatico specifico ( PSA ) non presentano una forma aggressiva di carcinoma prostatico e vengono quindi sottoposti a inutili biopsie.

Diversi studi retrospettivi, che hanno analizzato campioni crioconservati di siero, suggeriscono che 4 marcatori delle callicreine siano in grado di prevedere i risultati delle biopsie.

L'ampio studio prospettico, randomizzato, ProtecT ( Prostate Testing for Cancer and Treatment ), è stato condotto al fine di confermare tale ipotesi.

I livelli ematici di PSA libero, PSA intatto, PSA totale e di KLK2 ( peptidasi-2 correlata alla callicreina ) sono stati misurati nei campioni di sangue crioconservati di 6.129 uomini con elevati livelli di PSA ( superiori a 3.0 ng/mL ) inclusi nello studio.

I livelli dei marker esaminati in 4.765 uomini che hanno fornito campioni di plasma anticoagulato sono stati inclusi in modelli statistici in grado di prevedere lo sviluppo di carcinoma prostatico di qualsiasi grado e di alto grado ( punteggio di Gleason maggiore o uguale a 7 ) all'esecuzione di una biopsia 10-core.

I modelli ottenuti sono stati quindi corretti per ottimismo e sono stati convalidati in modo indipendente utilizzando i livelli di marker misurati nel siero di 1.364 uomini.


I risultati dello studio hanno evidenziato che i livelli delle 4 callicreine erano in grado di potenziare il rilevamento di carcinoma alla prostata, rispetto ai soli livelli di PSA e all’età.

Nella previsione di tumori della prostata di qualsiasi grado, l'area sotto la curva ( AUC ) per le 4 callicreine è stata pari a 0.719 ( intervallo di confidenza [ IC ] 95% = 0.704-0.734 ) rispetto al valore di 0.634 ( IC 95%: 0.617-0.651; P inferiore a 0.001 ) associato ad età e a livelli di PSA.

Nella previsione dei tumori della prostata ad alto grado, l'area sotto la curva ( AUC ) per le 4 callicreine è stata invece pari a 0.820 ( IC 95%: 0.802-0.838 ) rispetto al valore di 0.738 ( IC 95%: 0.716-0.761 ) associato ad età e a livelli di PSA.

Utilizzando come cut-off illustrativo un rischio di tumori ad alto grado del 6%, il modello proposto sarebbe in grado di ridurre la necessità di biopsia in 428 uomini, rilevare 119 tumori ad alto grado e ritardare la diagnosi di tumori ad alto grado in 14 casi su 133.

In conclusione, il modello statistico basato sui marcatori delle callicreine è stato validato in un ampio studio prospettico, e si è dimostrato inoltre in grado di ridurre le biopsie inutili e di ritardare la diagnosi di tumore ad alto grado in un ristretto campione di pazienti. ( Xagena2015 )

Bryant R et al, J Natl Cancer Inst (2015) 107 (7): djv095 doi: 10.1093/jnci/djv095

Onco2015 Uro2015 Diagno2015



Indietro