Lung Unit
Tumore Uroteliale
ForumOncologico
Melanome

Sopravvivenza libera da progressione nei pazienti con liposarcoma ben differenziato o dedifferenziato trattato con l’inibitore CDK4 Palbociclib


Più del 90% dei liposarcomi ben differenziati o dedifferenziati ( WD/DD ) ha amplificazione CDK4.
L’inibitore selettivo CDK4 e CDK6 Palbociclib ( Ibrance ) inibisce la crescita e induce la senescenza nelle linee cellulari di liposarcoma e negli xenotrapianti.
Un precedente studio di fase 2 ha dimostrato che il trattamento con Palbociclib ( 200 mg al giorno per 14 giorni ogni 21 giorni ) ha determinato un beneficio clinico nei liposarcomi WD/DD ma con effetti tossici ematologici moderati.

E’ stato valutato se Palbociclib a un nuovo dosaggio ( 125 mg al giorno per 21 giorni ogni 28 giorni ) possa portare un beneficio clinico con effetti tossici gestibili.

È stata determinata la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) a 12 settimane in pazienti con liposarcomi WD/DD trattati con Palbociclib.

In uno studio di fase 2, non-randomizzato, in aperto, condotto presso il Memorial Sloan Kettering Cancer Center, 60 pazienti di 18 anni di età, con liposarcomi WD/DD in fase avanzata e malattia misurabile con i criteri RECIST 1.1 sono stati arruolati nel periodo 2011-2014, e sono stati seguiti fino al 2015.
I pazienti hanno ricevuto Palbociclib per os al dosaggio di 125 mg al giorno per 21 giorni in cicli di 28 giorni.

L’endpoint primario era la sopravivenza libera da progressione.
Gli endpoint secondari includevano il tasso di risposta e gli effetti tossici.

Nel complesso, 30 pazienti sono stati arruolati nella coorte iniziale e altri 30 in una coorte di espansione.
L’età media era di 61.5 anni; 31 pazienti ( 52% ) erano di sesso maschile; il punteggio ECOG mediano era 0.

La sopravvivenza libera da progressione a 12 settimane è stata del 57.2% e la sopravvivenza mediana senza progressione della malattia è stata di 17.9 settimane.

E’ stata osservata 1 risposta completa.

Gli effetti tossici sono stati prevalentemente di tipo ematologico e comprendevano neutropenia ( grado 3, n=20, 33%; grado 4, n=2, 3% ), ma senza febbre neutropenica.

In conclusione, nei pazienti con liposarcomi ben-differenziati / de differenziati, in stadio avanzato, il trattamento con Palbociclib è stato associato a una sopravvivenza libera da progressione favorevole e a risposta occasionale tumorale.
Questa dose e lo schema di somministrazione sembrano attivi e possono avere effetti meno tossici rispetto al dosaggio di 200 mg per 14 giorni. ( Xagena2016 )

Dickson MA et al, JAMA Oncol 2016; 2: 937-940

Onco2016 Med2016 Farma2016


Indietro