BMS
Cortinovis SCLC 2021
Novartis
Roche Oncologia

Abiraterone acetato per carcinoma della prostata metastatico resistente alla castrazione in progressione dopo la chemioterapia


Nella analisi finale dello studio di fase 3 COU-AA-301, Abiraterone acetato ( Zytiga ) e Prednisone hanno significativamente prolungato la sopravvivenza complessiva rispetto a Prednisone da solo in pazienti con carcinoma prostatico metastatico resistente alla castrazione in progressione dopo la chemioterapia.

E’ stata presentata l'ultima analisi di uno studio di protocollo di accesso precoce avviato dopo il completamento dello studio COU-AA-301 per consentire l'accesso pre-approvazione ad Abiraterone acetato in pazienti con tumore alla prostata metastatico resistente alla castrazione in progressione dopo la chemioterapia.

È stato effettuato uno studio multicentrico, in aperto, di accesso precoce in 23 Paesi.

Sono stati arruolati pazienti con carcinoma della prostata metastatico resistente alla castrazione in progressione dopo chemioterapia con taxani.
I partecipanti hanno ricevuto dosi orali di Abiraterone acetato ( 1.000 mg al giorno ) e Prednisone ( 5 mg 2 volte al giorno ) in cicli di 28 giorni fino a progressione della malattia, sviluppo di effetti collaterali sostenuti, o sopraggiunta disponibilità di Abiraterone acetato nei diversi Paesi.

L'esito primario era il numero di eventi avversi sorti durante il trattamento di studio ed entro 30 giorni dalla sospensione.
Le misure di efficacia ( tempo alla progressione dell’antigene prostatico specifico PSA e tempo alla progressione clinica ) sono state riunite per guidare le decisioni terapeutiche.

Sono stati inclusi nella analisi tutti i pazienti che hanno ricevuto almeno una dose di Abiraterone acetato.

Tra il 2010 e il 2013, sono stati arruolati 2.314 pazienti nello studio di accesso precoce.

Il follow-up è stato di 5.7 mesi.

952 pazienti ( 41% ) hanno avuto un evento avverso di grado 3 o 4 correlato al trattamento, ed eventi avversi gravi di grado 3 o 4 sono stati registrati in 585 persone ( 25% ).
Eventi avversi di grado 3 e 4 di particolare interesse sono stati: epatotossicità ( 188, 8% ), ipertensione ( 99, 4% ), disturbi cardiaci ( 52, 2% ), osteoporosi ( 31, 1% ), ipopotassiemia ( 28, 1% ) e ritenzione di liquidi o edema ( 23, 1% ).

172 pazienti ( 7% ) hanno interrotto lo studio a causa di eventi avversi ( 64, 3%, erano collegati al farmaco ) e 171 ( 7% ) persone sono decedute.
Le cause accertate di morte sono state progressione della malattia ( 85, 4% ), un'esperienza avversa non-correlata ( 72, 3% ) e ragioni sconosciute ( 14, 1% ).
Degli 86 decessi non imputabili alla progressione della malattia, 18 ( inferiore a 1% ) sono stati causati da un evento avverso correlato al farmaco.

Il tempo medio alla progressione del PSA è stato di 8.5 mesi e il tempo medio alla progressione clinica è stato di 12.7 mesi.

Non sono stati rilevati nuovi segnali di sicurezza o eventi avversi inattesi in questo studio di protocollo di accesso precoce per valutare Abiraterone acetato nei pazienti con carcinoma prostatico metastatico resistente alla castrazione progredito dopo la chemioterapia.
Sono necessari studi futuri per accertare il più efficace regime di Abiraterone acetato e ottimizzare gli esiti dei pazienti. ( Xagena2014 )

Sternberg CN et al, Lancet 2014;15:1263-1268

Onco2014 Uro2014 Farma2014


Indietro