Lung Unit
Novartis
BMS
OncoGinecologia

Alectinib nel cancro del polmone non-a-piccole cellule ALK-riarrangiato, refrattario a Crizotinib


Crizotinib ( Xalkori ) conferisce un miglioramento della sopravvivenza libera da progressione rispetto alla chemioterapia nel carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) ALK-riarrangiato, ma il tumore va sempre in progressione.

E’ stata studiata l'efficacia e la sicurezza di Alectinib ( Alecensa ), un inibitore potente e selettivo di ALK con ottima penetrazione nel sistema nervoso centrale, nei pazienti con tumore del polmone non-a-piccole cellule ALK-positivo, refrattario a Crizotinib.

Alectinib 600 mg è stato somministrato per os due volte al giorno.

L'endpoint primario era il tasso di risposta obiettiva ( ORR ), valutato dal Comitato di revisione indipendente ( IRC ).

Dei 138 pazienti trattati, 84 pazienti ( 61% ) hanno presentato, al basale, metastasi a livello del sistema nervoso centrale ( CNS ), e 122 avevano risposta valutabile da parte di IRC.

Il tasso di risposta obiettiva da parte di IRC è stato del 50%, e la durata mediana della risposta ( DOR ) è stata di 11.2 mesi.
In 96 pazienti ( 79% ), precedentemente sottoposti a chemioterapia, ORR è stato del 45%.

La sopravvivenza mediana libera da progressione valutata da IRC per tutti e 138 i pazienti è stata di 8.9 mesi.

Il tasso di controllo della malattia cerebrale è stato dell’83%, e la durata mediana della risposta è stata di 10.3 mesi.

Il tasso di risposta obiettiva a livello del sistema nervoso centrale in 35 pazienti con lesioni cerebrali misurabili al basale è stato del 57%.

Dei 23 pazienti con metastasi cerebrali al basale ( misurabili o non-misurabili ) e nessuna precedente radioterapia, 10 ( 43% ) hanno presentato una risposta completa del sistema nervoso centrale.

A 12 mesi, il tasso cumulativo di progressione a livello del sistema nervoso centrale ( 24.8% ) è risultato inferiore al tasso cumulativo con progressione non-CNS ( 33.2% ) per tutti i pazienti.

Gli eventi avversi più comuni sono stati: stipsi ( 33% ), affaticamento ( 26% ), ed edema periferico ( 25% ); la maggior parte erano di grado 1-2.

In conclusione, Alectinib è risultato molto attivo e ben tollerato nei pazienti con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule, ALK-positivo, in fase avanzata, refrattario a Crizotinib, compresi quelli con metastasi cerebrali. ( Xagena2016 )

Ou SHI et al, J Clin Oncol 2016; 34: 661-668

Onco2016 Pneumo2016 Neuro2016 Farma2016


Indietro