OncoHub
Roche Oncologia
Oncologia Morabito
Novartis

Chirurgia transuretrale e radiazione 2 volte al giorno più Paclitaxel - Cisplatino o Fluorouracile - Cisplatino con preservazione selettiva della vescica e chemioterapia adiuvante per i pazienti con carcinoma della vescica muscolo-invasivo


Uno studio ha valutato efficacia, sicurezza e tollerabilità di Paclitaxel o Fluorouracile aggiunti a radiazione più Cisplatino seguiti da chemioterapia adiuvante in un programma di preservazione della vescica per pazienti con carcinoma della vescica muscolo-invasivo.

Nell studio randomizzato e di fase 2 sono stati arruolati pazienti con carcinoma a cellule di transizione della vescica T2-4a in 24 Centri medici negli Stati Uniti.

I pazienti sono stati assegnati in maniera casuale a ricevere Paclitaxel più Cisplatino ( gruppo Paclitaxel ) o Fluorouracile più Cisplatino ( gruppo Fluorouracile ) con trattamento radiante 2 volte al giorno sulla base dello stadio clinico T ( T2 vs T3-4 ).

Pazienti e medici erano a conoscenza del trattamento di assegnazione.

Tutti i pazienti sono stati sottoposti a resezione transuretrale del tumore della vescica e a radioterapia 2 volte al giorno a 40.3 Gy, assieme alla chemioterapia di assegnazione, seguita da valutazione citoscopica e bioptica della risposta.

I pazienti con risposta tumorale con sottostadiazione a T0, Tcis o Ta hanno ricevuto chemioterapia di consolidamento a 64.3 Gy, con lo stesso regime di chemioterapia della fase di induzione.

I pazienti hanno ricevuto trattamento adiuvante con Cisplatino - Gemcitabina - Paclitaxel dopo il termine della chemioradioterapia.

Se, dopo l’induzione, la malattia rimasta era classificata come T1 o peggio, è stato raccomandato ai pazienti di sottoporsi a cistectomia e chemioterapia adiuvante.

Sono stati valutati gli endpoint primari: tassi di completamento del trattamento ed effetti tossici in tutti i pazienti randomizzati.

Nel periodo 2002-2008, sono stati arruolati 97 pazienti, 93 dei quali sono risultati eleggibili per l’analisi.

Il follow-up mediano è stato di 5.0 anni ( IQR 5.0-6.2 ).

Dei 46 pazienti nel gruppo Paclitaxel, 45 ( 98% ) hanno completato la fase di induzione ( 16 [ 35% ] con tossicità di grado 3-4 ), 39 ( 85% ) hanno completato induzione e consolidamento ( 11 [ 24% ] con tossicità di grado 3-4 dovuta al condizionamento ) e 31 ( 67% ) hanno completato l’intero protocollo con chemioterapia adiuvante.

Nello studio, 34 ( 85% ) dei 40 pazienti valutabili nel gruppo Paclitaxel sono andati incontro a tossicità di grado 3-4 durante la chemioterapia adiuvante.

Dei 47 pazienti nel gruppo Fluorouracile, 45 ( 96% ) hanno completato la fase di induzione ( 9 [ 19% ] con tossicità di grado 3-4 ), 39 ( 83% ) hanno completato induzione e consolidamento ( 12 [ 26% ] con tossicità di grado 3-4 dovuta a consolidamento ) e 25 ( 53% ) hanno completato l’intero protocollo con chemioterapia adiuvante.

Durante la chemioterapia adiuvante, 31 ( 76% ) dei 41 pazienti valutabili nel gruppo Fluorouracile hanno mostrato tossicità di grado 3-4 durante la chemioterapia adiuvante.

Cinque ( 11% ) pazienti trattati con Paclitaxel e 3 ( 6% ) con Fluorouracile hanno sviluppato tossicità tardive di grado 3-4 dovute a radioterapia.

In totale, 11 ( 24% ) pazienti trattati con Paclitaxel e 16 ( 34% ) trattati con Fluorouracile hanno sviluppato tossicità tardive di grado 3-4 non-correlate a radioterapia.

Un paziente ( nel gruppo Fluorouracile ) è deceduto durante il follow-up.

Sei ( 13% ) pazienti nel gruppo Paclitaxel e 3 ( 6% ) nel gruppo Fluorouracile hanno sospeso la terapia a causa di tossicità legate al trattamento.

In conclusione, in assenza di dati di fase 3, questi risultati possono aiutare la scelta di una chemioterapia con 3 modalità per preservare la vescica in pazienti con carcinoma invasivo della vescica muscolo-invasivo. ( Xagena2013 )

Mitin T et al, Lancet Oncol 2013; 14: 863-872

Onco2013 Uro2013 Farma2013 Chiru2013


Indietro