Roche Oncologia
BMS
Novartis
Lung Unit

FOLFIRINOX o Gemcitabina come terapia adiuvante per il tumore al pancreas


Tra i pazienti con cancro pancreatico metastatico, la chemioterapia combinata con Fluorouracile, Leucovorina, Irinotecan e Oxaliplatino ( FOLFIRINOX ) porta a una sopravvivenza globale più lunga rispetto alla terapia con Gemcitabina.
Sono state confrontate l'efficacia e la sicurezza di un regime FOLFIRINOX modificato con Gemcitabina come terapia adiuvante nei pazienti con cancro pancreatico resecato.

Sono stati assegnati casualmente 493 pazienti con adenocarcinoma duttale pancreatico resecato a ricevere un regime FOLFIRINOX modificato ( Oxaliplatino 85 mg per metro quadrato di superficie corporea, Irinotecan 180 mg per mq, ridotto a 150 mg per mq dopo una analisi di sicurezza specificata per protocollo, Leucovorina 400 mg per mq e Fluorouracile 2.400 mg per mq, ogni 2 settimane ) o Gemcitabina ( 1.000 mg per mq nei giorni 1, 8 e 15 ogni 4 settimane ) per 24 settimane.

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da malattia ( PFS ). Gli endpoint secondari includevano la sopravvivenza generale ( OS ) e la sicurezza.

Con un follow-up mediano di 33.6 mesi, la sopravvivenza mediana libera da malattia è stata di 21.6 mesi nel gruppo FOLFIRINOX modificato, e 12.8 mesi nel gruppo Gemcitabina ( hazard ratio stratificato per evento correlato al cancro, secondo tumore o morte, HR=0.58; P minore di 0.001 ).

Il tasso di sopravvivenza libera da malattia ( DFS ) a 3 anni è stato del 39.7% nel gruppo FOLFIRINOX modificato, e del 21.4% nel gruppo Gemcitabina.

La sopravvivenza globale mediana è stata di 54.4 mesi nel gruppo FOLFIRINOX modificato, e 35.0 mesi nel gruppo Gemcitabina ( hazard ratio stratificato per morte, HR=0.64, P=0.003 ).
Il tasso di sopravvivenza globale a 3 anni è stato del 63.4% nel gruppo FOLFIRINOX modificato e del 48.6% nel gruppo Gemcitabina.

Eventi avversi di grado 3 o 4 si sono verificati nel 75.9% dei pazienti nel gruppo FOLFIRINOX modificato e nel 52.9% di quelli nel gruppo Gemcitabina.
Un paziente nel gruppo Gemcitabina è morto per effetti tossici ( polmonite interstiziale ).

In conclusione, la terapia adiuvante con un regime FOLFIRINOX modificato ha portato a una sopravvivenza significativamente più lunga rispetto a Gemcitabina nei pazienti con carcinoma al pancreas resecato, a scapito di una maggiore incidenza di effetti tossici. ( Xagena2018 )

Conroy T et al, N Engl J Med 2018; 379: 2395-2406

Onco2018 Gastro2018 Farma2018


Indietro