OncoHub
Roche Oncologia
Novartis
Oncologia Morabito

Olanzapina 5 mg più terapia antiemetica standard per la prevenzione della nausea e del vomito indotti dalla chemioterapia: studio J-FORCE


Olanzapina ( Zyprexa )10 mg aggiunta alla terapia antiemetica standard con Aprepitant, Palonosetron e Desametasone è stata raccomandata per la prevenzione della nausea e del vomito indotti dalla chemioterapia.

Le linee guida suggeriscono che si dovrebbe prendere in considerazione una riduzione della dose a 5 mg per prevenire la sedazione.
In diversi studi di fase 2, Olanzapina 5 mg ha mostrato un'attività equivalente a Olanzapina 10 mg e un profilo di sicurezza favorevole in relazione alla sonnolenza.

È stata valutata l'efficacia di Olanzapina 5 mg in combinazione con la terapia antiemetica standard per la prevenzione della nausea e del vomito indotti dalla chemioterapia causati dalla chemioterapia a base di Cisplatino.

Lo studio J-FORCE era uno studio di fase 3 randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, per valutare l'efficacia di Olanzapina 5 mg con la terapia antiemetica a tripla combinazione eseguito in 26 ospedali in Giappone.
I criteri di inclusione chiave erano pazienti con tumore maligno ( esclusi quelli con tumore emopoietico ) che erano destinati a essere trattati con Cisplatino ( 50 mg/m2 o più ) per la prima volta, di età compresa tra 20 e 75 anni, e con ECOG performance status di 0–2.

I pazienti eleggibili sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Olanzapina orale 5 mg oppure placebo una volta al giorno nei giorni 1–4 in associazione con Aprepitant, Palonosetron e Desametasone ( dosaggio basato sulla terapia antiemetica standard rispetto alla chemioterapia altamente emetogena ).

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale considerando sesso, dose di Cisplatino ed età come fattori di aggiustamento dell'allocazione.

L'endpoint primario era la proporzione di pazienti che ottenevano una risposta completa, definita come assenza di vomito e nessun uso di farmaci di salvataggio nella fase posticipata ( 24–120 ore ).

Tutti i pazienti assegnati in modo casuale che soddisfacevano i criteri di ammissibilità e avevano ricevuto una dose di Cisplatino di 50 mg/m2 o più e almeno un trattamento in studio sono stati inclusi nell'analisi di efficacia.

Tra il 2017 e il 2018 sono stati arruolati 710 pazienti; 356 sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Olanzapina e 354 hanno ricevuto placebo.
Tutti i pazienti idonei sono stati osservati 120 ore dopo l'inizio del Cisplatino.

Un paziente nel gruppo Olanzapina e tre nel gruppo placebo non hanno ricevuto il trattamento e sono stati esclusi da tutte le analisi.
Un paziente nel gruppo Olanzapina ha sospeso il trattamento il giorno 1 ed è stato escluso dall'analisi di efficacia.

Nella fase posticipata, la percentuale di pazienti che hanno raggiunto una risposta completa è stata del 79% ( 280 su 354 pazienti ) nel gruppo Olanzapina e del 66% ( 231 su 351 pazienti ) nel gruppo placebo ( P minore di 0.0001 ).

Un paziente ha manifestato stitichezza di grado 3 e un paziente ha avuto sonnolenza di grado 3 correlata al trattamento nel gruppo Olanzapina.

Olanzapina 5 mg in associazione con Aprepitant, Palonosetron e Desametasone potrebbe essere una nuova terapia antiemetica standard per i pazienti sottoposti a chemioterapia a base di Cisplatino. ( Xagena2020 )

Hashimoto H et al, Lancet Oncology 2020; 21: 242-249

Gastro2020 Onco2020 Farma2020


Indietro